logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

NEWS

La mezza di Caprera

Ciao a tutti amici Arcigni!

Dopo circa un’anno e mezzo sono tornato a disputare una Mezza Maratona, e non certo una gara qualunque, sia come bellezza panoramica, sia come difficolta’: la Mezza di Caprera, con partenza dall’Isola della Maddalena a nord est della Sardegna. Il titolo del resoconto e’ ispirita alla canzone di Madonna:  La Isla Bonita, con riferimento alla bellissima Isola di Caprera dove si svolge gran parte della gara.

La strada per arrivare alla Maddalena, parte da lontano, e non scrivo solo di distanza kilometrica; perche’ quasi un’anno fa, per chi non lo sapesse, a causa della mia positivita’ al Covid, seppur d’asintomatico, ho dovuto stare un mese in isolamento preventivo, poiche’ i miei genitori erano entrambi positivi; e sicuramente non e’ stato un periodo facile, soprattutto psicologicamente, e in quel periodo, tutto mi sembrava lontano, e anche la stessa corsa, sembrava pura utopia, in quanto in quel periodo, le corse erano completamente ferme, e tra me e me; mi ero promesso, che avrei provato a fare una gara come quella della Maddalena, anche per farmi dimenticare cio’ che stavo passando; e giunti a Marzo, leggo su internet la possibilita’ di fare la Mezza Maratona di Caprera, seppur in maniera Virtuale, ovunque si volesse correrla, e pagando una piccola iscrizione si riceveva a casa: una maglietta tecnica, una medaglia, ma soprattutto, l’iscrizione della Mezza di Caprera bloccata a soli 15 euro; e partecipando a questa Mezza Virtuale; mi avrebbe dato, oltre la possibilita’ di ripartire a correre, una sorta di qualificazione alla gara, poiche’ dovevo comunque completare 21Km, inviando poi la schermata dell’applicazione della corsa effettuata; che senza troppi intoppi, completai, desideroso di andare a correrla veramente in Sardegna, tanto e’ vero, che mentre correvo nella mia Lunigiana, dai miei monti mi sembrava quasi di scorgere la magica Isola…

Leggi tutto: La mezza di Caprera

Ultrarunner (a mia insaputa)

Ciao a tutti da Città Sant’Angelo, uno dei borghi più belli d’Italia, nei pressi di Montesilvano (PE), in Abruzzo, che mi ospita x lavoro a partire da marzo.

Vado subito al dunque, con alcune considerazioni sulla gara svolta dom 25-7 e cioè l’ultramaratona del Gran Sasso, che ha visto poco + di 360 atleti partecipanti sulla distanza di 50km partendo da Santo Stefano di Sessanio (AQ), bellissimo borgo che si sta ricostruendo dopo i danni del terremoto del 2009, prima di attraversare il vicino paese di Calascio, conosciuto per la bellezza del suo castello normanno semplicemente spettacolare! sulla dorsale (1460m slm) rispetto al centro abitato; avviarsi verso Castel del Monte in salita fino al valico Capo la Serra (km 22 ca) prima di raggiungere la piana, infinita, di Campo Imperatore con la bellissima vista delle cime del gran Sasso; e sui 35km ca risalendo dal rifugio Racollo svalicando al km 40 raggiungendo nuovamente l’abitato di Santo Stefano.

Leggi tutto: Ultrarunner (a mia insaputa)

IO STO CON GLI ARCIGNI

Ciao a tutti amici Arcigni! Dopo aver ricominciato a correre in gara, due settimane orsono,  Domenica scorsa, mi sono cimentato in un'altra gara, tutt'altro che semplice: Il Trail degli Antichi Lavatoi, a Sant'Ermo di Casciana Terme Lari, in provincia di Pisa; dove ho partecipato nella distanza dei 20Km, ed il titolo del resoconto di questa gara e': Io sto con gli Arcigni, ispirato alla colonna sonora del film: Io sto con gli Ippopotami di Bud Spencer e Terence Hill.  Nei giorni antecedenti alla gara, mi sono sentito con un grande podista come: Gianni Chiarei,  esperto di Trail impegnativi, originario di Pontedera, sicche' non distante dalla partenza della gara, mi aveva messo in guardia sulle difficolta' della gara, aumentando i miei dubbi, in quanto la mia attuale condizione fisica, non poteva lasciare tranquillo su una gara del genere, ma ho deciso comunque di recarmi a Sant'Ermo, mettendo in preventivo che magari non avrei terminato la gara; ma la sconfitta non e' mai un fallimento, il rimpianto di non provarci, magari potrebbe esserlo; e accompagnato dal mio grande amico nonche' Arcigno: Riccardo Romano, parto conscio di cio' che posso dare, e sin dai primi km, il Trail si presenta insidioso, ma reggo bene, sin troppo, con salite irte, e discese altrettanto insidiose, quindi arriva dopo un km d'asfalto; il tratto del gretto del fiume, e la gara scorre quasi tranquilla, sino al 17Km, ma come preannunciato da Gianni, una terribile salita, mi manda in tilt... le forze quasi svaniscono, il sole lungo la collina toscana, non aiuta.. stavo crollando, ma pian piano riesco a completare la gara, arrivando ai bellissimi antichi lavatoi, che preannunciano l'arrivo, fino a sentire la voce del grande Graziano Poli.. che annuncia il mio arrivo.. dicendo'' il portacolori'' gialloneri Arcigni sta arrivando...e credo che a detta di tutti sia stata una gara bella quanto dura, ed il portacolori Arcigno, ce l'ha fatta, e si e' messo un'altra medaglia al collo...si perche' io sto con gli Arcigni... e anche questa e' la mia forza.. voglio che la gente lo sappia. Voglio ringraziare in primis Riccardo per avermi accompagnato, Alberto Cappello, per aver organizzato questo bellissimo Trail, e Gianni Chiarei, per i suoi preziosi consigli.

Un saluto a tutti da Andrea Giumelli.

DOMENICA ARCIGNA/ ...ALLE NOVE... ANCHE SE PIOVE...

SU PER I TORNANTI DI MONTE MARCELLO E PUNTA BIANCA

 

Ameglia (Sp) Dopo una settimana di stress lavorativo, la domenica , inutile dirlo, dovrebbe essere il giorno dello "scarico", della corsa, del cazzeggio, di muovere le gambe e di spedire i pensieri su una mongolfiera alla deriva nei cieli....

Leggi tutto: DOMENICA ARCIGNA/ ...ALLE NOVE... ANCHE SE PIOVE...

Dieci

Ciao a tutti amici Arcigni! Dopo tanti mesi di silenzio, sono tornato a scrivere finalmente... non certo perche' non volessi, piu' correre o scrivere, ma ovviamente, per situazione pandemica che ha stravolto, tutto il Mondo, incluso lo sport, e io tra l'altro, ho fatto un mese d'isolamento, positivo asintomatico al CV19. Comunque Domenica 25 Aprile, e' arrivato il momento di ripartire, con la gara: La Rapidissima 10K certificata Fidal d'interesse nazionale, che quindi autorizzava gli spostamenti tra le regioni; a Pietra Ligure in provincia di Savona. Per il titolo del primo resoconto del 2021, ho scelto: Dieci, il brano della bravissima cantante: Annalisa, originaria proprio di Savona. A Pietra Ligure, l'organizzazione ha fatto sold out in poche settimane d'iscrizione, fissando a 500 persone, il limite massimo consentito dalle restrizioni imposte dal protocollo Anti- Covid; con molti atleti locali d'elite, e alcuni atleti che frequentano le gare del panorama Tosco-Ligure, che conosco, presenti nella Riviera Ligure tra cui: Roberto Ria e Andrea Castelli provenienti da Livorno con la quale ho condiviso il viaggio di ritorno, Sara Tognini, e alcuni atleti dell'Avis Castelnuovo Magra, tutti desiderosi di gareggiare in questo splendido scenario; con partenza da Via della Repubblica a Pietra Ligure, in direzione Borgo Verezzi, formando un circuito chiuso al traffico di circa    3, 5 Km; da ripetere per 3 volte, per un totale di 10Km. Grande l'emozione alla partenza, visto che non correvo una gara competitiva, da Ottobre 2020; ma una volta sentito lo sparo dello starter, si parte tutti assieme seppur distanziati, si torna a sentirsi liberi, felici e soprattutto anche in forma fisica, anche per quanto riguarda me, per essere in una forma fisica migliore ci vorra' tempo, ma comunque sono contentissimo cosi', ho chiuso la gara in poco piu' di 54 minuti, senza troppi sforzi, e spero che sia solo la prima delle gare che vorrei fare in questa stagione. Intanto questi sono stati i primi Dieci chilometri, che mi aiuteranno soprattutto psicologicamente, dopo il brutto periodo che ho passato. Ringrazio pubblicamente Luciano Costa dell'Asd Riviera Run, per la perfetta organizzazione della gara, e per l'accoglienza e la disponibilita' nei miei confronti. Ciao a tutti da Andrea Giumelli.

 

SU E GIÙ PER LE COLLINE DELLA CITTÀ

CAMMINARE PER  RISCOPRIRE LE BELLEZZE DEI NOSTRI DINTORNI

 
LA SPEZIA. La Liguria, si sa , è regione "arancione" che,in tempi di pandemia, significa non oltrepassare, se non per comprovati motivi di lavoro e salute et cetera, i confini del nostro territorio ovvero del nostro comune di residenza.
Questa privazione di una nostra libertà costituzionale, ovvero il diritto alla mobilità, ci costringe a ripensare il nostro tempo libero. Cosa possiamo fare, dove possiamo andare e soprattutto dove possiamo correre ? 

Leggi tutto: SU E GIÙ PER LE COLLINE DELLA CITTÀ

2022  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"