logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

TRAIL DEL CINGHIALE / TIZIANO BORRINI ED ANDREA IRBETTI CUORI ARCIGNI

TRAIL DEL CINGHIALE / FAVOLOSA IMPRESA DI TIZIANO BORRINI ED ANDREA IRBETTI

UNA CORSA DA "TREGENDA" TRA IL FANGO, IL GHIACCIO, IL FREDDO, LA PIOGGIA,  ED IL BUIO PESTO

IL RISCHIO DI ANDARE IN IPOTERMIA HA COSTRETTO AL RITIRO MOLTISSIMI ATLETI

MA I DUE ARCIGNI "CON ORGOGLIO E CORAGGIO L'ABBIAMO PORTATO A CASA" 

 

Palazzuolo sul Senio. Una corsa da 60 Km in mezzo alla boscaglia , al fango, alla neve , al ghiaccio, con temperatura che vanno fino a 10 gradi sotto zero  non la si conclude se non si è atleticamente preparati e soprattutto se non si ha una mente d'acciaio, una volontà ferrea di arrivare al traguardo, uno spirito arcigno. E soprattutto. Tanto coraggio. Coraggio di affrontare terreni impossibili, situazioni imprevedibili e condizioni climatiche avverse. Avete in mente il primo film di Rambo ? La foresta dove gli davano la caccia ? Qualcosa di analogo hanno incontrato gli atleti che  hanno preso parte al Trail del Cighiale: freddo, vento, pioggia, ghiaccio e fango fino alle ginocchia....probabilmente neppure il cinghiale si sarebbe mosso....meglio rimanere rintanati in qualche buca. 

Ebbene due nostri atleti, Tiziano Borrini ( classe 1977) e Andrea Irbetti ( classe 1973), hanno compiuto la grande impresa di terminare il Trail del Cinghiale, definito come Ultratrail, che da' diritto ad un punteggio per partecipare all'Ultra Trail del Monte Bianco.

A loro va il nostro plauso e la nostra ammirazione perché hanno portato a temine una gara che ha visto un numero impressionante di atleti ritirarsi per motivi di salute, una gara che molto probabilmente avrebbe dovuto essere annullata viste le pessime condizioni del tempo. 

 

Ma sentiamo il fortissimo Tiziano Borrini, allievo di Sara Nucera e appassionato di Trail : " Abbiamo corso con un tempo infame, immersi nella fanghiglia e con raffiche di vento freddo che tagliavano la faccia. Al  quindicesimo chilometro  ho pensato di ritirarmi, non sentivo più gli arti e i piedi, ho rischiato di andare in ipotermia: avevo una paura dannata che potesse succedermi qualcosa di serio.Poi al primo cancello e al primo ristoro ho bevuto molto the caldo ,mi sono ripreso e mi sono rifocillato. Avevo detto ad Andrea di andare avanti da solo perché non sapevo se avrei avuto la forza ed il coraggio di proseguire. Poi ho passato la crisi e grazie ad un  atleta amico di Genova  che mi ha incoraggiato a tenere duro sono riuscito a portare a temine la gara con grandissima soddisfazione. Le difficoltà non mi hanno abbattuto :  ho tribolato molto a correre al buio perché mi si è rotta la lampada frontale  e le pile di quella di riserva non funzionavano.. dannazione......ma alla fine, grazie a Dio,  ce l'ho fatta !"

Adesso Tiziano un meritato  riposo e poi  i tuoi nuovi obiettivi ? : "Certo ora un  riposo rigenerante, ma sono orientato in Primavera a disputare altre Trail  ed Ultratrail  perché mi danno nuovi stimoli e nuove energie". Insomma il Trail per Tiziano è divertimento puro e una sfida eccitante cui non vuole rinunciare.

Gli fa eco l'amico compagno Andrea Irbetti, un velocista puro prestato al Trail e allievo di Sara : " E' stata un'esperienza indimenticabile-afferma Andrea -  e alla fine ho voluto dedicare la mia impresa a mia moglie e alle mie due bambine. Mi sono preparato molto bene e per questa sfida  allenandomi tutti i giorni  con enormi sacrifici e questo mi ha ripagato con una grande prestazione. Durante la gara mi sono alimentato molto bene seguendo i consigli  di Franco e questo mi ha aiutato molto tenendo alto il livello di energia,

Devo dire cha anch'io ho avuto momenti di crisi e sconforto, ho sbagliato anche strada,  ma  alla fine la testa, la volontà, la voglia di arrivare hanno fatto la differenza  e mi hanno portato al traguardo con grandissima gioia. Certo, la paura di non farcela, le condizioni climatiche avverse, il buio, il freddo, ti mettono a dura prova come atleta ma soprattutto come uomo e se riesci a vincere i tuoi fantasmi la soddisfazioni è maggiore e l'esperienza ti arricchisce come atleta e come persona".

Prossimi obiettivi Andrea ? " Se riesco vorrei a Pisa battere il mio record nella Maratona.....e poi i Campionati Italiani Master ad Ancona!"

Grandissimi Arcigni ! Grazie di averci regalato un po' delle vostre emozioni.

 

Manuel Cecchinelli

Commenti   

 
0 #1 Amos 2018-11-29 07:27
Hi. I see that you don't update your blog too
often. I know that writing articles is boring and time consuming.
But did you know that there is a tool that allows you
to create new articles using existing content (from article directories or other websites from
your niche)? And it does it very well. The new articles are unique and pass the copyscape test.
Search in google and try: miftolo's tools

My web blog: HarveyJuicy: https://WilburnWee.blogspot.com
Citazione
 
2018  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"