logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

LA PRIMA MARATONA DI MARIYA

La nostra Mariya si è trasferita, ora vive nella capitale e di conseguenza la società per cui corre è diversa ma il suo cuore, la sua testa è Arcigna ed è rimasta con noi e ci dedica la sua prima maratona...la Maratona di Roma!
Ecco il suo racconto...

...La mia prima maratona! O forse la mia prima vera sfida in gara. Sabato sera, prima della gara, sono andata alla messa del maratoneta. La chiesa era piena, tutti con la tuta e le scarpe da ginnastica. Ho scoperto che esiste la preghiera del maratoneta. Il prete-maratoneta ha fatto un bel discorsetto e ha benedetto tutti noi con l'acqua santa. Penso che Dio mi ha aiutato a finirla.
 
Domenica mattina piove. Alla partenza si parlava del famoso "muro". E pensai: ma come cavolo la finisco? All'improvviso sento un dolore immaginario al ginocchio. Fa paura! Non ho fatto nemmeno riscaldamento. Sta piovendo, siamo in 10 sotto un piccolissimo albero. Fa freddo, aspettiamo la partenza. La maratona non è solo una gara, ma è una miscela di emozioni. Alla partenza ho dimenticato di accendere il mio garmin. Poi è uscito il sole. La gara era bellissima e si correva molto bene. Nonostante i piedi bagnati e le pozzanghere. Si passava praticamente vicino a casa mia e a scuola dei miei figli. Ho incontrato tante persone che conosco. Il muro non l'ho incontrato, però la stanchezza è arrivata al km 35. Non potevo mollare, rimanevano solo 7 km. Fino a 35 km la gara era davvero bella, ricordo tutto: la partenza, la gente che ti incoraggiava, i bambini che ti davano il cinque, era un piacere correre... Poi non ricordo tanto. Anche se la maratona di Roma passa nei posti più belli: Piazza del Popolo, Piazza di Spagna, Piazza Navona, Bocca della Verità; io ricordo solo i turisti sugli stretti marciapiedi dietro le transenne. 

Finish! Mi sono fermata, non ci credo ancora. Sento le gambe un po' bloccate. Vedo uno della mia squadra: "Luca non sento le gambe!?" Lui: "E normale!" Nessuno mi aveva detto di questa sensazione.
Adesso mi posso chiamare Maratoneta.
Un'esperienza da ripetere per migliorare il tempo che già mi soddisfa: 3h46m2s!!
Grazie a Sara Nucera che mi ha trasmesso l'amore per la corsa. Quando corro sto bene. E poi vale davvero la pena di provare l'emozione di finire una maratona.

Tantissimi saluti a tutti gli Arcigni.

Maria Kozlovska

Commenti   

 
0 #1 uxoxoweido 2019-06-06 13:58
Amoxicillin: http://mewkid.net/buy-amoxicillin/ Amoxicillin Online blv.vexx.gsgolf odeipoeti.it.yb f.zr http://mewkid.net/buy-amoxicillin/
Citazione
 
2019  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"