logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

Lorenzo Paita, medico in prima linea, promuove lo sport all'aperto

DISTANTI MA UNITI , ABBIAMO RIACCESO I MOTORI

Lorenzo Paita "La corsa individuale all'aperto, toccasana per la salute"


 

La Spezia. Era la fine di febbraio quando Lorenzo Paita ed io abbiamo fatto l'ultimo allenamento insieme ( dalla Bellavista di Lerici a Monte Marcello passando per La Serra, un nostro classico), poi è scoppiata "la pandemia da Covid19, il lockdown, la quarantena, l'incubo che ha tenuto con il fiato sospeso milioni di italiani chiusi in casa. Da allora sono passati due mesi e non abbiamo piu' corso insieme.

 

Con una differenza fondamentale: Lorenzo, come medico competente dell'Asl 5 della Spezia e responsabile dell'igiene e della medicina preventiva, non ha mai smesso di lavorare: impegnato tutti i giorni come altri colleghi e camici bianchi  nella lotta contro il virus, ha profuso tantissime energie fisiche e nervose  per tutelare la nostra salute.

Per Lorenzo non ci sono stati sabati e domeniche tranquille a casa con la famiglia, ma solo febbrile ed indefesso lavoro alla Asl oppure uscite  frequenti  in giro a far tamponi, con il telefono sempre acceso e la tensione alle stelle:un periodo difficilissimo e complicato sotto tutti i punti di vista che Lorenzo ha saputo gestire con grandissima professionalità, spirito di servizio e passione. Un Arcigno vero.

Chi vi scrive invece ha rallentato i ritmi lavorativi osservando le prescrizioni della quarantena e rimanendo a casa sia il sabato che la domenica con la famiglia, tra libri, internet, e notizie inquietanti e la "tartaruga al contrario" del "recluso per causa di forza maggiore".

A Lorenzo quindi, ai suoi colleghi arcigni, al personale infermieristico e a tutti i volontari della protezione civile e della P.A. , il nostro infinito ringraziamento.

Detto questo, pochi giorni fa, non appena è stato possibile uscire a correre, grazie al nuovo DPCM ( nome orribile che ricorderemo tutta la vita) ci siamo rivisti per un nuovo allenamento all'aria aperta osservando le disposizioni del decreto: distanziamento sociale ( altro sostantivo da burocrazia omicida)  ben oltre i 2 metri e scrupolosa attenzione nell'evitare assembramenti (leggi gruppi di persone riunite a cazzeggiare). 

La nostra meta ? Pieve, Favaro, Buonviaggio, San Venerio, Limone, Melara, Boschetti, la Pieve: percorso collinare, tosto, ma divertente.

Si bofonchia...come una vecchia vaporiera...ma chissenefrega....

Ma quello che contava non era il percorso ma l'essersi rivisti, il  riaver scambiato qualche chiacchera, di essersi fatti due risate, insomma quello di essersi ripresi il nostro tempo rubato dal virus.

Lui con i capelli lunghi  ed il ciuffo ribelle di 60 gg, io con il taglio rasoiato di mia moglie, ma chissenefrega.... va benissimo così.....l'importante era riaccendere i motori ed il tempo....

E'vero....è  proprio il tempo il bene piu' prezioso che abbiamo ed è speso bene se lo condividi con chi ami e con gli amici.

Grazie Lorenzo, bentornato a correre amico mio !

Manuel Cecchinelli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2020  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"