logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

Resoconti

Khalid sale sull' otto-volante e vince di forza a Deiva Marina.

Eccolo Signori , è tornato, dopo il Ramadan, più forte che mai riassaporando 
il gusto della vittoria e centrando l'ottavo successo stagionale.  Gaout Khalid del GS Golfo dei Poeti, arcigno per passione e vocazione, non ha vinto ma ha stradominato la sesta Marcia dei Sentieri Azzurri di Deiva Marina dando a tutti una dimostrazione di forza, potenza ed agilità. Dietro di lui si è piazzato Cusinato, poi tutti gli altri a distanze importanti. E così dopo il terzo posto della Strafossone ed il nono di Carreggine, eccola la zampata felina del Leone del Marocco, della Freccia di Agadir.
"Sono veramente felice - ha detto il portacolori del sodalizio giallonero - inseguivo l'ottava vittoria e l'ho centrata anche se devo ammettere che la corsa era più adatta ad un trailer per via delle dure salite, dei sentieri stretti e pericolose, delle discese mozzafiato. Ad un certo punto avevo paura di farmi male e quindi ho rallentato per non incorrere in inutili infortuni. Ma oggi era importante vincere".   Bravissimo Khalid. Ottima l'organizzazione con oltre cento atleti ai nastri di partenza suddivisi tra la corsa da 13 
chilometri e quella da 6. Alla fine gustoso ristoro a base di focaccia ligure, frutta fresca e dolci e pacco gara rappresentato da una bella Tshirt commemorativa.

A Seravezza trionfa Jamali, ottima prova dell'Arcigno Fabrizio Molari

Dopo il successo di Carreggine Jamali concede il bis pure nel nono Trofeo Cammina a Seravezza, piazzandosi al primo posto del podio davanti a Magkriotelis e a Midar.

Primo degli italiani Andrea Lazzarotti. Per il Gs Golfo dei Poeti, da evidenziare l'ottima prestazione del trailer Fabrizio Molari che ha realizzato un tempo di assoluto rispetto, a ridosso dei migliori, ma anche Massimiliano Ercolini e Lorenzo Paita hanno disputato una buona gara partendo subito all'attacco e mantenendo un buon ritmo sino alla fine, mentre Manuel Cecchinelli, nonostante le scorie di Carreggine, ha terminato in crescendo. 
L'arcigno Roberto Ismari, sia pure partendo bene, ha dovuto fermarsi ai box per un problema muscolare.Gara velocissima e combatta disputatasi su un anello di 2,5 Km da percorrersi tre volte caratterizzato da una salita micidiale nel finale. Buona la partecipazione con 75 atleti ai nastri di partenza tra i quali molti top runners.

Unica pecca di una manifestazione ben riuscita, la mancanza del ristoro finale che ha lasciato delusi tutti i concorrenti. Simpatico il pacco gara con una maglietta celebrativa.

 

CLASSIFICA UFFICIALE 

Fila(eFondi)gio'

Consiglio a tutti di impostare come salvaschermo la cartella immagini: ieri mi sono imbattuto in
alcune foto che mi hanno riportato alla mente bellissimi ricordi, i quali, anche se le foto erano a
colori, nella mia testa erano in bianco e nero.
C'erano tanti amici, che ormai non rivedo da tempo, tutti con le loro belle canotte gialle, atletici, in
forma, che si riscaldavano anche se le temperature e l'afa della giornata erano a livelli altissimi,
tanto da rinominare la competizione Fila&Fondigiò. Io, ricordo, andai alla Selva di Filattiera solo in
veste di accompagnatore/fotografo: per alleviare la frustrazione di non poter correre con i miei
amici arcigni, scelsi, almeno fino alla partenza, la compagnia di una bionda e fresca tedesca. Foto di
gruppo, partenza e via: mi diressi subito al punto ristoro dove vidi passare come primo arcigno
Francesco (posizione che manterrà fino alla fine), poi uno scattante e abbronzatissimo Fabio, il
quale pagherà la giovanile veemenza dei primi km facendosi passare all'arrivo da un tattico
Emanuele (passato al punto ristoro come terzo arcigno di giornata), uno stoico Domenico seguito a
ruota da una sempre più in forma Patrizia, i due neo sposi di allora Elisa e Silvio, il suocero di
quest'ultimo, padre di questa penultima, Pierluigi e infine la dominatrice della categoria O Alice.
Dopo le foto al punto ristoro (chissà perché quelle degli atleti di testa mi vennero sfuocate, mentre
per la maggior parte degli arcigni sembrano quasi in posa?!) mi diressi, con molta calma, all'arrivo,
dove, come detto precedentemente, le posizioni finali non saranno diverse da quelle intermedie,
tranne per il secondo/terzo posto arcigno, dove un grande Emanuele supera, surclassandolo, Fabio.
Infine attesi le premiazioni, dove alle ormai abituate ai podi Patrizia, Elisa e Alice, salì, per la prima
volta, sul terzo gradino della categoria G un allora poco abituato Pierluigi.
Quanti bei ricordi si possono dunque scovare nella memoria dei nostri calcolatori personali. Ora
proverò a cercare nel nostro sito oppure in qualche vecchio file anche l'articolo che sicuramente
scrissi il giorno dopo la gara: se la memoria non mi inganna, non sgarravo mai una “giornalistica”
scadenza.

A Carreggine si impone Jamali, nono il nostro Khalid.

 Il 10° trofeo Comune di Carreggine si tinge dei colori del Marocco. Ad imporsi infatti è Jamali, punta di diamante del Gp Parco Apuane, società organizzatrice della manifestazione, ed atleta molto abile nei percorsi in salita dove può esprimersi al meglio.

Per quanto concerne il Gs Golfo dei Poeti ottima  la prestazione di Khalid, nono assoluto, dopo una corsa disputata sempre nelle posizioni di testa, mentre gli arcigni Davide Angelinelli, Manuel Cecchinelli, Elisa Angelinelli ed Alice Ivani, ben riforniti ad assistiti da Silvio Gerini, in veste di accompagnatore ufficiale, hanno onorato comunquel la maglia con una prestazione caparbia.

Leggi tutto: A Carreggine si impone Jamali, nono il nostro Khalid.

34^ Scarpinata Farese..Viva la gara della pasta!

In realtà quella che io chiamo “La Gara della Pasta” è una classica del panorama abruzzese delle corse su strada, giunta quest’anno alla 34^ edizione richiama sempre una folta partecipazione di atleti provenienti anche dalle regioni limitrofe.
Gara della pasta perché si svolge nel paese di Fara San Martino, dove viene prodotta la pasta De Cecco e quindi non può che essere tutto a base di pasta: dal pacco gara, alle premiazioni, al pranzo e cena post corsa, insomma si è circondati da kg su kg di pasta!

Nel tardo pomeriggio di domenica 18 Agosto, per la 34^ Scarpinata Farese sono pronti al via 518 partecipanti, di cui più di un centinaio delle categorie ragazzi dai 0 ai 15 anni, suddivisi in 5 categorie che percorreranno le varie distanze a loro riservate.
Dopo tocca a tutti gli altri: dai 16 anni in su si corrono gli 8km di gara nel giro da 4km e poco più da ripetere due volte.  Partendo dal tipico borgo abruzzese in pietra, arroccato sulle pendici della Majella, dopo un centinaio di metri pianeggianti ci si lancia in discesa fino a valle per costeggiare per un breve tratto il fiume Verde per poi affrontare la lunga salita che riporta a Fara San Martino. Quindi si “ripassa dal via” per affrontare la seconda metà di gara tra gli applausi della gente del paese che per l’occasione fa da bella cornice festosa alla manifestazione.

Leggi tutto: 34^ Scarpinata Farese..Viva la gara della pasta!

Notturna Gragnanina

Gragnana ha accolto oltre 300 podisti per la 27^ edizione della Notturna Gragnanina. Come ogni anno la gara di quasi 13 km ha visto partecipazione di atleti africani e stranieri che sono stati gli assoluti dominatori: con il Kenya che si aggiudica la vittoria sia in campo maschile che femminile.

 Passiamo a noi, numerosa e agguerrita presenza Arcigna, secondo posto nella classifica dei gruppi con 26 presenze solo dietro ai padroni di casa del  Stracarrara Team e molti i chiamati sul palco per ritirare il premio di categoria

 Copertina per quattro:

Leggi tutto: Notturna Gragnanina

2019  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"