logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

"In bocca al Lupo!".....

…e adesso cosa devo rispondere?

Suvvia, sapete bene che la “mia” piccola rubrica non sempre è politically correct. A volte eccedo di presunzione, a volte utilizzo parole gergali, altre volte mi perdo in ragionamenti troppo arzigogolati. Quindi se sei una persona suscettibile e raffinata ti chiedo di non continuare a leggere. Sul raccordo ci sono 40 °C e potrai fare un bell’allenamento di ripetute. Torniamo, orsù, a noi. Devo essere sincero: è un po’ di tempo che sono allibito dalla nuova moda che sembra costringere i singoli ad uniformarsi non alla maggioranza, ma alla minoranza. Per l’amor del cielo. Non che ci sia nulla di male. Ognuno, in fondo, fa quello che preferisce. Mi fa però “strano” l’idea che per mangiare una bella salsiccia mi devo quasi chiudere in bagno come un adolescente che sfoglia PostalMarket, nella sezione intimo femminile, per non contrastare gli amici vegetariani, vegani, fruttariani e sassariani. Serate SoloVeg dove è peccato mortale aver qualcuno della propria famiglia a cui piaccia l’ agnello a Pasqua. Poi, cavolo, ormai sembra possibile sposarsi solo se sei diversamente etero. Però ognuno, ripeto, è libero di credere e fare quello che vuole….a meno che…..a meno che…

Non mi si tocchi la scaramanzia.

Perché io non sono scaramantico. Io vivo in un mondo popolato dalle superstizioni, da riti magici e scaramanzie. Guai a scendere dal letto col piede sinistro. Mai passare sotto una scala od una impalcatura. Rischio di essere schiacciato da una macchina ma MAI passerò sotto ad una scala o ad una impalcatura che compare sul marciapiede. Se un gatto nero, ma nero nero, mi attraversa la strada non c’è verso di farmi proseguire fino a quando uno sventurato passi per primo sul tragitto del felino. Sussulto quando vedo suore in numero pari e preti in numero dispari. Un bicchiere incrinato è un infausto presagio. Il sale che cade per terra richiede almeno un paio di esorcismi… E via così. E’ ovvio che ho dei problemi. Lo riconosco. Il “toccar ferro…ed altre cose” è pratica quotidiana.

Il vero dramma è che l’augurio più forte è ora messo in pericolo dall’incedere del buonismo assoluto verso gli animali. All’augurio “In bocca al lupo!” non si deve più rispondere con il salutare, comprovato, assolutamente funzionante “CREPI!” ma con un “Viva il lupo!”. Oddio oddio…ma dove siamo finiti. Qualche settimana fa non ho resistito e mi sono “appicciato” con una ragazza che su Facebook metteva foto di lupi che tenevano i propri cuccioli in bocca e spiegava che la “bocca del lupo” è il posto più sicuro del mondo…e, pertanto, l’augurio era foriero di benessere e sicurezza. Ma, punto 1, io non sono un cucciolo di lupo.

Punto 2 i cuccioli vengono presi anche tra le fauci dei cani, dei gatti, delle volpi, dei triceratopi e, probabilmente, anche dalle pantegane muschiate. Allora preferirei sentirmi dire “Nel marsupio del canguro”…o ancora meglio…”sotto al pancia del pinguino”. Invece no. Anni di scaramanzie e riti propiziatori spazzati via dal cieco amore verso gli animali. Essendo persona ferratissima in scaramanzie ho voluto andare fino in fondo e documentarmi meglio su questo antico detto popolare. E visto che sono stato cazziato per aver proposto quanto proponeva Wikipedia mi sono rivolto direttamente alla Crusca. Eh belin…contro l’ Accademia della Crusca non si può mica parlar male. Cito direttamente: “I dizionari consultati sono concordi con l’attribuire alla locuzione In bocca al lupo! Una funzione apotropaica, capace di allontanare lo scongiuro per la sua carica di magia”. Quindi ha una carica di MAGIA…e questo mi mette tranquillo a livello di scaramanzia e scudi antisfiga. Poi, dopo essermi risistemato la mandibola, uscita dalla sua sede naturale, per cercare di pronunciare “apotrota…aproto…apotrotr…apotropaica” ne scopro il significato. Deriva dal greco (mica da Qui Quo e Qua) e significa “allontanare” e si riferisce a formule oggetti o riti atti ad allontanare la male sorte, detta comunemente “sfiga”. Bene, i pezzi del puzzle si stanno componendo. A questo punto il lupo è ancora in ottima salute e la sfortuna sta lentamente allontanandosi dal sottoscritto. Continuo a citare quanto dice la Crusca “l’origine dell’espressione sembra risalire ad una antica formula di augurio rivolta ai cacciatori, alla quale si soleva rispondere, sempre con valore apotropaico “Crepi!”” L’augurio si sarebbe esteso dal gergo dei cacciatori all’insieme delle situazioni difficili in cui incorre l’uomo.”. E ancora  “Il lupo appare nella tradizione antica e medioevale come il pericolo in persona: animale crudele, falso e insaziabile nella sua voracità egli seminò la morte e il terrore tra abitanti indifesi, pastori e cacciatori, diventando l'eroe di favole (da Esopo e La Fontaine alle numerose versioni del Cappuccetto Rosso) nonché di numerose leggende e storie tramandate per generazioni attraverso l'Europa” Ormai, se non vi siete ancora stufati di leggere, siamo arrivati quasi alla fine di questo oscuro augurio. Infatti ecco come conclude la Crusca il “caso” dell’ “In Bocca al Lupo”:

La ricchezza del materiale linguistico citato, del quale abbiamo notabene escluso il fondo dialettale, altrettanto abbondante e variegato, dimostra quanto profondamente fosse temuto il lupo nei secoli passati; queste paure ataviche si ritrovano oggi nelle medesime espressioni, ma USATE SIMBOLICAMENTE per altre situazioni pericolose del nostro quotidiano.

Quindi il Lupo che viene augurato è solo un SIMBOLO, non un essere peloso in carne ed ossa. Quindi se dico “CREPA!” non auguro la morte a nessuna creatura.

Quindi, vi prego, smettete di corvarvi sfortune e disgrazie e rispondete “Crepi!” ora che abbiamo visto cosa significa.

E se avete tempo leggete quando i poveri lupacchiotti sono stati sterminati in Europa. Solo negli ultimi decenni il lupo ha ricominciato, timidamente, a riapparire in Europa ed in Italia….

Anzi: per fare qualcosa di buono senza attirare il malocchio http://www.lifewolf.net/it/il-progetto

 

Buone corse Arcigni e ricordate…..Crepi il lupo! …e l’avversario!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2018  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"