logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

Rediviva 2.0

Parliamoci chiaro: non aggiorno questa rubrica da mesi perchè non avevo niente da scrivere o da raccontare sulla corsa. Forse a causa di tutti i km fatti nello scorso anno (ho vinto la chilometrica femminile!!!) ho fatto un po' indigestione di asfalto, sentieri e pensieri e parole. Sentire sempre dicutere e non far altro che parlare di ( e pensare alla) corsa, strada, boschi, monti, trail, ultra, vertical, scale, sassi, infortuni, bendaggi, bandelle, frontali, bastoncini si bastoncini no, skyrace e compagnia bella mi aveva fatto assumere quell'atteggiamento che si manifesta quando ci si trova eccessivamente a contatto con uno stimolo: si finisce per desensibilizzarsi, ovvero non ho mai smesso di correre ma lo vivevo quasi come un qualcosa che va fatto e che non si può smettere di fare. Ebbene si, la corsa da' assuefazione, e come ogni sostanza stupefacente che si rispetti è dose dipendente. Il lato negativo di tutto questo?? Nessuno in apparenza. Se non che non sono più riuscita a mettere insieme un articolo decente per questa rubrica. Ho dato la colpa agli impegni, al lavoro, a internet eccetera. E ci ho creduto. Almeno fino a ieri (14 settembre. Cariparma running). ho tenuto la testa infilata sotto la sabbia come gli struzzi per un sacco di mesi, per non ammettere che in tutte le corse che ho fatto da gennaio a ora mancava qualcosa, quel quid che trasformava la corsa in un fluire rapido di pensieri e colori ed emozioni: mancava l'entusiasmo!!! Certo, c'è sempre stata la gioia di tagliare il traguardo mano nella mano con Ivan, di sentire il bip bip del tappetone del chip, di far parte della squadra che ha vinto il campionato nazionale uisp di mezza maratona e 10k, di finire finalmente la cortina dobbiaco che mi ha troncato le gambe nel 2012....ma l'entusiasmo? quel groppo in gola che compare alla vista dell'arco finale? il cuore che martella? le sensazione di fatica, di vento in faccia, di libertà e assoluta ineguagliabile perfezione nel semplice atto del correre? Mi mancavano. Da morire. E non ci speravo quasi più. Mi preparavo a vivere questi angosciosi mesi prima di firenze con gli allenamenti paragonabili alle assunzioni dell'antibiotico. Diamine: non è davvero questo lo spirito per affrontare una maratona!!!!! Poi ieri è avvenuto il miracolo: cariparma running. 21 km. facile. veloce. leggero. (per me ovviamente!!!) non mi divertivo così da mesi e mesi ad una corsa. Ci voleva un'estate quasi intera di pausa per capire quanto questo sport sia meraviglioso!!!!! Non mi dilungherò sulla descrizione della corsa perchè ero troppo presa in queste cogitazioni per guardarmi intorno, ma una menzione d'onore va alla fantastica compagnia arcigna della trasferta parmense (non vi nomino tutti perchè siete tanti e meravigliosi!), e a questa fantastica squadra tutta di cui sono onorata di fare parte!!

Auguri 2014

Quante cose che sono successe quest’anno! Quanti cambiamenti, quanti chilometri, quanto asfalto e quanti sentieri. Ho consumato le scarpe e le articolazioni: da pivella credo di essere salita alla meritevole condizione di tapasciona da corsa (tdc). E da buona tapasciona da corsa ho pensato all’elenco dei buoni propositi podistici del 2014, di cui vi parlerò in un’altra puntata (forse), ma soprattutto agli auguri a tutti voi, amici arcigni.

Vi auguro un anno pieno di corse,vi auguro di divertirvi sempre, di amare questo sport ma soprattutto lo sport. Vi auguro di correre la maratona o il trail o la 10k o la mezza o la retrorunning più bella della vostra vita. Vi auguro di tagliare il traguardo con una persona speciale.  Vi auguro il pb   più figo che abbiate mai fatto. Vi auguro che il vostro garmin non si scarichi mai. Vi auguro di trovare sempre acqua calda nelle docce alla fine delle corse. Vi auguro pacchi gara pieni di golosità e maglie della vostra taglia e ristori abbondanti.  Vi auguro di correre sotto la pioggia con la gioia dell’acqua che vi accompagna. Vi auguro di trovare le vostre scarpe preferite in super sconto.  Di sentire lo scricchiolio della neve sotto le suole delle vostre Brooks, Mizuno, Asics, Saucony, Nike o Adidas. Vi auguro l’energia per alzarvi dal divano in una gelida mattina invernale e uscire per una sgambata con gli amici. Vi auguro di trovare la miglior motivazione del mondo durante i lunghi più impegnativi. Vi auguro di oltrepassare cantando il muro dei 30k. Vi auguro di percepire la bellezza del sentiero sotto le vostre Salomon e che il profumo del bosco vi accompagni anche al lavoro. Vi auguro di trovare la determinazione quando vi sembrerà che le forze vi abbandonino. Vi auguro di trovare una playlist che vi faccia volare. Vi auguro di sorridere sempre e di affrontare la vita solo come un runner sa fare, solo come un arcigno sa fare! Buon 2014! E se qualcosa non va correteci su che passa (per tutto il resto c’è il raccordo! Cit Borniotto).

Albero di Natale e Foto Firenze

non c'è niente di più bello che un albero di Natale realizzato con la partecipazione di ogni arcigno!!!

Portate anche voi in sede un addobbo giallo o giallonero!!! (se vi fa piacere, ovviamente!)

 

Comunicazione di servizio n2:

 per tutti i maratoneti e accompagnatori fiorentini! Se avete fatto foto ma non sapete come condividerle portatele su pennina usb giovedì sera!

Caterina

2017  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"