logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

TMC

Ciao trailers,

sono felice di avere questo spazio dove poter portare qualche idea sul Trail. Domenica sarò alla partenza del Trail del Monte Casto. Gara lunga da 46 o corta da 24. L’anno scorso la lunga (sette ore e mezzo….come faccio ad andare così piano) mentre quest’anno la corta assieme a Francesca.  Quest’anno ci saranno anche diversi Arcigni con noi. Davide B. ed Annalisa, Simone e Caterina, Davide A. ed Alice. Si parte da sopra Biella….anzi in realtà da un paesino che si chiama Andorno Micca che forse non lo trovi manco su Wikipedia. I posti sono proprio carini. Rinomata per Aiazzone ora è tutto un pullulare di discount ed outlet…classica maratona shopping il sabato pomeriggio. Tornando alla gara: percorso, salite, altimetrie…Belinate!!!  Il Casto è conosciuto come la Festa del TRAIL! Maurizio “Mau” Scilla porta 800 persone a correre dietro a casa sua… ed in effetti i vecchietti di Andorno Micca ti guardano terrorizzati da dietro le persiane socchiuse. L’anno scorso ho conosciuto anche Dawa Sherpa, non un pissipissibaubau qualsiasi. Ma la cosa meravigliosa è godersi il “terzo tempo”… Cosa è?

Piccola guida per neofiti e partecipanti al TMC

Terzo Tempo: momento di “grazia” alla fine del trail. Mentre post maratona ti ciucci un succhetto con un bicchiere di sali minerali…che fa una tristezza come un drogato d’inverno a Bocca di Magra…a fine Trail ti trovi un piatto di pasta, fagioli e salsicce e bevande rigorosamente alcoliche.

Menabrea: Sponsor  del TMC Trail Monte Casto. Bevanda dissetante prodotta a Biella da Anziani Saggi. La puoi prendere direttamente alla fonte. Spillandotela da solo. Dopo un Trail io ne ingurgito almeno un litrozzo così “pronti e via!” poi mi siedo, mangio, scherzo e piano piano arrivo ad un litro e mezzo. Alla fine mi alzo e sbando. “Sono i crampi!”. Scopri che il trail, come la vita, è un cerchio. Ero sdraiato per terra dopo l’arrivo, mi sono rialzato, mi sono seduto. Ed ora sono di nuovo sdraiato per terra. Solo che prima non mi ero accorto di come girasse vorticosamente il mondo…

Ristoro autogestito. Ad un certo punto la “lunga” incappa in una sorta di malga. Obbligatorio fermarsi mangiare pane e polenta alla griglia, un po di pane….ed un bel bicchiere di vino! Fermarsi ad uno…poi c’è discesa!

“Spirito Trail”. Se il corridore davanti è in difficoltà hai l’ OBBLIGO di portare soccorso. Saluta e ringrazia i volontari. Non gettare rifiuti, capra! Occhio…se non fai queste cose (che in realtà sarebbero dettate dal buon senso e dall’educazione) puoi essere squalificato. Bello, no? E’ una cosa che mi piace un sacco. Perché ti sembra di correre con amici. Nella maratona sei sempre “solo” anche in mezzo a migliaia di persone. Nel trail magari sei da solo a correre,  ma non ti senti mai abbandonato. Sai che qualcuno sarà sempre pronto ad aiutarti.

Genio. L’anno scorso ho avuto la brillante idea di riempire una delle due borracce con della CocaCola. Dopo qualche km ho tirato con i denti la cannuccia per aprire la valvola e poter bere……... Don’t try this at home.

E Sregolatezza. Dopo il rifugio autogestito si passa un ponticello. Lì c’è un ristoro da un gruppo di volontari alticci….e vuoi dir di no ad una bella birra???

Let’s go, stay rock!

JacopoRistoro Casto

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2022  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"