logotype

A.S.D. Golfo Dei Poeti Benvenuti!

Maratona di Firenze... 1 X 2 ?

E' Domenica 25 Novembre, finalmente ci siamo la Maratona di Firenze attende un nutrito gruppetto di arcigni!
Se ci limitassimo a guardare il risultato cronometrico si potrebbe pensare che c'è stato chi ha vinto, chi ha pareggiato e chi ha perso il proprio confronto personale con la Maratona.
A mio avviso invece direi che gli 11 "+1" Arcigni risultano tutti vincitori!Anche chi è stato un pò più sfortunato, perchè resta sempre un'esperienza e un'Esperienza (con la E maiuscola) unica, di cui và fatto tesoro, perchè si cresce solo attraverso "il provare" e ciò che accade servirà per il futuro. Perchè il successo non è dato dalla vittoria ma dall'entusiasmo e dall'impegno messi per dar vita alla propria passione.


Citandoli in ordine sparso la marea gialla era formata da: Andrea Torracca, Basilio Agnello, Franco Aliboni, Riccardo Bacci, Fabrizio Zangani, Marco Mariotti, Luca Santamaria, Bruno Mencarelli, Andrea Pessani, Marco Moracci.
Claudio Giannini per Marathon Abili ha il bellissimo compito di trascinare e caricare di energia la sua squadra speciale per questo giorno unico e portarli fino all'arrivo. Tagliare il traguardo dopo aver corso così è come vincere due, tre, mille volte e ti permette di sognare più forte!
E il "+1" Max Guerra che prenderà il pettorale del Segretario, fermo ai box, per sfruttare l'occasione e farsi il suo allenamento in gara. Poi concluderà comunque la prova per avere la medaglia ricordo per poter ringraziare così il compagno di allenamenti Massimiliano.Forza Segretario ti aspettiamo presto in pista!
Questa premessa per fare i miei complimenti a tutti loro, che hanno ritmato una splendida sinfonia arcigna, con i loro passi di corsa, sul pentagramma delle strade fiorentine.
Bravi ragazzi...GRANDI ARCIGNI tutti sorridenti, motivati e tenaci lungo tutto il percorso!!!

Con Andrea Pessani, Riccardo, Marco Mariotti, Bruno e Massimiliano iniziamo questa nuova avventura qualche mese fa, ricordo ancora il primo allenamento e i loro "cominciamo bene"!E proseguiamo tra chilometri, minuti, risate ed impegno, tanta volontà quanto entusiasmo da parte di tutti. Tante nuove esperienze, tante nuove sensazioni, tra errori e soddisfazioni per un buon allenamento i ragazzi crescono con una maggiore consapevolezza di sè come corridori.
Passa il tempo e talora la meta non la si vede che per piccoli istanti, da quanto sembrava lontana e irraggiungibile man mano che ci si avvicina alla gara il tempo sembra scorrere sempre più veloce, manca sempre meno...fino all'ultima settimana quando il tempo si dilata, quel giorno sembra non arrivare mai. Perchè l'attesa fa da padrona e la tensione è palpabile nell'aria, visibile negli sguardi di alcuni di loro, ma sguardi sempre gioiosi, consapevoli che tra poco avrebbero indossato le scarpette da corsa per partire per quei 42km tanto sognati.
Ormai ci siamo, gli ultimi consigli, forse ripetuti allo sfinimento, ma in maratona non và inventato nulla, non và lasciato nulla al caso, consapevoli però anche di quel bricciolo di follia che rende tutto estremamente più bello.

E' domenica mattina da buoni arcigni partiamo in parecchi per sparpagliarci sul percorso e far sentire il nostro supporto a tutti i ragazzi impegnati nella prova.
Ormai i partecipanti saranno già alla partenza e l'agitazione cresce anche per me, dopo averli accompagnati in tutti questi mesi spero che si possano divertire il più possibile!
Mentre ci dirigiamo sul percorso vediamo da una via laterale passare dei concorrenti..inizia anche la nostra corsa, ci buttiamo a capofitto verso i partecipanti, sono partiti da poco..aspettiamo e finalmente ecco che passano Andrea e Fabrizio e via via tutti gli altri.
Da lì lungo il percorso sarà un "VAI ARCIGNI" continuo!

ANDREA PESSANI
Per lui una prova davvero bella, nel lungo periodo di allenamento ha preparato tutto con precisione, metodico ma non troppo consapevole dei propri mezzi arriva a Firenze con un pò di timore. E' la prima maratona e non potrebbe essere il contrario e poi "l'aver paura" ci vuole, significa tenere a quello che si fa, serve per aver consapevolezza di ciò che si sta per andare a fare. Andrea è una persona di cuore ed in gara esprime tutta la sua bontà, corre con la testa e fa pensare le gambe, parte con umiltà, sapendo che la prova è lunga e con concentrazione e gioia conclude la sua corsa e non può che essere primato personale! E' stato bello vederlo in gara ed attendere un consiglio, una conferma, rivedo ancora com'è cambiata la sua espressione quando gli ho detto "Vai Andrea che ora comincia la gara" era concentratissimo! E' stato bello vedere la sua gioia dopo la gara. Per lui VOTO 9
P.S. Andrea la Fede ha preso 10 perchè ha corso in condizioni da giudizio universale..e perchè porta i biscotti al cioccolato ad allenamento, dai diciamolo!Scherzo! :)

BRUNO MENCARELLI
Il grande cinghiale arcigno ci teneva, ma davvero tanto e anche se non voleva darlo a vedere anche per lui l'emozione dei giorni prima della partenza era ben visibile. Ma sapeva di essere preparato perchè ne aveva avuto conferma dagli allenamenti e cresciuto avendo fatto tesoro di alcuni insegnamenti, ricevuti da errori dovuti alla troppa sicurezza, partirà con un qualcosa in più. Ma soprattutto partirà con la felicità nelle gambe, nella mente e nel cuore, si vedeva che non vedeva l'ora di correre.
Purtroppo la sfortuna è dietro l'angolo...qualche sintomo influenzale e la sera prima della gara Bruno aveva la febbre, chi era con lui gli chiedeva se fosse davvero sicuro di partire l'indomani. Ma il cinghiale è IL CINGHIALE..vuoi che rinunci a partire?No di certo, avrebbe corso eccome e sarebbe arrivato in fondo anche strisciando se necessario!Così parte e da il cuore, corre con gioia, manda baci, batte il cinque alla gente e si preoccupa per il suo compagno d'avventura Marco standogli accanto e cercando di aiutarlo. Alla fine Bruno arriva commosso e felice e con il suo record personale in tasca. Per lui VOTO 9

MARCO MARIOTTI
Marco non vedeva l'ora di correre e finalmente il grande giorno era arrivato, finalmente avrebbe concretizzato tutto il lavoro fatto. Lavoro reso ancora più intenso dai vari impegni quotidiani che hanno reso tutto più difficile, ma svolto con volontà ed entusiasmo.
Ecco ci siamo..PRONTI...VIA..partito!Ricordo i primi chilometri subito dopo la partenza, Marco è davvero contento si vede dal suo viso, si vede da come corre e così tra il 10°km e il 15°km è tranquillo, forse un pò poco timoroso, Bruno cerca di dargli qualche consiglio ma si sentiva bene e và. Fino alla mezza sarà sorridente e vivrà "una giornata stupenda e con la prospettiva di concludere felicemente l'esperienza, era felice di correre,come non aveva mai provato prima".Poi pian piano arriva il buio, cominciano i crampi, rallenta, aspetta Bruno che da quel momento correrà con lui e cercherà di fargli proseguire la gara. Marco prova: qualche chilometro tranquillo, un pò a passo, poi si ferma definitivamente e dice a Bruno di continuare. Passa Bruno ci dice che Marco sta male, è preoccupato, finalmente lungo il percorso incontriamo Marco, sta camminando, purtroppo non possiamo fare nulla per lui, continua ancora un pò ritornano i crampi e decide di concludere lì la propria avventura. Questa non è una sconfitta, ma solo una tappa di passaggio, verso molte giornate stupende tutte da correre come mai avrai provato prima, forza e sempre Arcigno!

RICCARDO BACCI
Comincia la preparazione un pò in ritardo, tra impegni e problemi vari passa un periodo un pò travagliato, ma finalmente quando tutto si sistema Riccardo è pronto e affronta il lungo periodo di avvicinamento alla gara con grande serietà ed attenzione.
Tra loro quattro, fino a qualche giorno prima della partenza, era quello più sereno e con grande coscienza di sè e della prova che lo attendeva. Ma anche per lui una cosa aveva raggiunto il massimo: la grande voglia di correrla questa maratona! Ed eccolo in gara sorridente, nella prima parte era lui a dirci "Tranquilli, me ne sto qui con i pacemaker che fanno l'andatura, sto bene", poi quando comincia la gara vera il suo viso si fa concentrato ora si comicia a fare sul serio e quando comicia la difficoltà basta "ripensare ai sacrifici fatti, ti danno la forza di arrivare in fondo..siamo Arcigni non si molla mai anche piano con una gamba ma si arriva!". Noi ci siamo spostati verso l'arrivo, nell'ultimo chilometro, sono già passati Andrea e Fabrizio, Marco, Basilio..ormai dovrebbe arrivare anche Riccardo, il tempo passa, ecco laggiù intravediamo una maglia gialla!E' lui!Forza Riccardo, forza Arcigno!Adesso passa davanti a noi, è stanco, ma ancora una volta ci ripete "Tranquilli che arrivo, ormai è fatta!". Ed è gioia immensa anche per lui non appena tagliato il traguardo con il suo nuovo primato personale! Per lui VOTO 9

Ringrazio i ragazzi che seguo perchè la vostra gioia è per me il regalo più grande, assieme al vostro entusiasmo e alla vostra volontà!

Ancora un GRANDI ARCIGNI a tutti i partecipanti, siete stati fantastici! Era bellissimo per noi tifosi arcignici incitarvi lungo il percorso e vedere la vostra carica.

Parlando di tifosi darei il voto anche a

SIMONE e ROBERTO
che mi hanno accompagnata a seguire la gara dei ragazzi..in realtà non avevano ben capito cosa li attendeva...ma ormai per loro era troppo tardi :) ...alla fine abbiamo corso un pò di maratona anche noi per sbucare da tutte le parti e vedere in diretta e star vicini ai nostri arcigni.
Per il loro spirito di avventura e attaccamento alla maglia un bel 10!

Insomma ricordate sempre di:

"NON METTERE MAI UN LIMITE A NIENTE...PIù SOGNATE PIù LONTANO ARRIVERETE".

Commenti   

 
+2 #1 Massimiliano Ercolini 2012-11-29 18:29
La Coach Sara l'abbiamo noi...e non la diamo a nessuno!!!!
GRANDISSIMA COACH!!!
Citazione
 
2022  A.S.D. Golfo Dei Poeti  By Simone Covre - Theme By Globbers 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Informativa Cookie"